La Guida del Salento - Home La Guida del Salento - Itinerari






Territorio
Territorio
Storia
Natura
Cultura

Andar per Borghi
Andar per Borghi
Gallipoli
Lecce
Leuca
Maglie
Nardò
Otranto

Itinerari
Itinerari
La Grecia Salentina
i vini del Salento le strade
I frantoi apogei
I luoghi della fede
Dallo Ionio all'Adriatico
Per masserie e colombaie
Mamma li turchi

Soste
Soste
La Grotta Zinzulusa
Il Monastero di Martano
I Dolmen e Menhir
Torre Sabea

Dove e come
Dove e come
Alberghi
Agriturismi
Ristoranti
Artigianato
Buoni sapori
Home « Itinerari « il salento la grecia salentina « » CORIGLIANO D'OTRANTO

CORIGLIANO D'OTRANTO


A Corigliano è il Castello de’ Monti a calamitare gran parte dei turisti che si fermano in questo Comune di crica sei mila abitanti. Di origini medioevali,il maniero è stato ricostruito tra il 1514 e il 1519 da Giovan Battista de’ Monti con l’aggiunta dei quattro possenti torrioni angolari con cannoniere per fronteggiare gli attacchi ei turchi che si spingevano nell’entroterra.

L’attuale facciata  barocca con statue e busti è merito del duca Francesco Trane, che nel 1667 modificò la precedente e semplice facciata.
All’interno del maniero si trova il Museo multimediale della Grecia Salentina (orari: mercoledì nenerdi e domenica 16/19, tel. 33392024977).
Fiancheggiando il settecentesco Palazzo Rizzo, si entra in piazza San Nicola con la Torre dell’Orologio, Palazzo Comi e la guglia della Madonna delle Grazie. Corigliano sorprende per la sua ricchezza artistica: degli di nota anche le fini decorazione dell’Arco Lucchetti del 1497, numerosi portali sei-settecentesco e, nella Chiesa di Sani Nicola del 1622, il mosaico dell’Albero della vita del 1877 realizza sul modella del capolavoro delle Cattedrale di Otranto.

Affiancato alla chiesa, c’è il campanile incompiuto iniziato nel 1465 molto simile a quello di Soleto.